Cane VIVO nel Cemento. La scultura dell’artista italiano di arte contemporanea. FOTO SHOCK

Cane vivo nel Cemento. La scultura dell’artista italiano di arte contemporanea. FOTO SHOCK

canescultura2

L’arte non ha limiti. Se il secolo breve ci ha insegnato ad apprezzare le più diverse correnti tese ad annullare e sgretolare il concetto di arte classica, in quest’epoca che ha già assorbito e superato il postmoderno, un artista è riuscito a  creare scandalo con un’opera che farà a lungo parlare di sé.

Si chiama Alvaro Porfido ed ha 26 anni. Da sempre studioso di arte contemporanea e scultore autodidatta, nel corso del tempo, ha imparato a stupire e shockare il pubblico con le sue opere. Ma stavolta ha voluto esagerare, gettando nel cemento fresco un cane vivo, per poi deformare il suo corpo con le proprie mani. “Ho cercato di dar voce al connubio arte-vita, già teorizzato da scrittori come Pirandello il secolo scorso. Voglio superare il dadaismo e creare un movimento perpetuo per quanto riguarda la scultura. Oggi la vita pare intoccabile, ma quella di un cane disperato, malato, malnutrito può essere consacrata proprio nell’arte capace di rendere immortale anche l’ultimo dei diseredati. D’altronde come dice Ungaretti in “io sono una creatura”, ‘La morte si sconta vivendo’ “.

Parole pesanti e sconvolgenti quelle del giovane artista romano che hanno lasciato di sasso tutta la comunità animalista della capitale che è pronta a dare battaglia allo scultore controverso. Eppure, se in tanti lo accusano, il critico d’arte Olivi Bollati è dalla sua parte: “La sperimentazione artistica, è anche e soprattutto sperimentazione genetica. Ben venga l’artista come Dio-creatore, capace di plasmare le menti del pubblico come i corpi delle sue opere”. Vi lasciamo all’immagine dell’opera che ha scatenato mille polemiche.

Continua a navigare nel sito per guardare altri video e notizie interessanti,
E non dimenticare di condividere l’articolo!

Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!

loading...