L’Arabia spende 30 milioni per islamizzare la Sicilia.

L’Arabia spende 30 milioni per islamizzare la Sicilia.

Il mondo arabo vuole riprendersi la Sicilia, in cui per due secoli, l’islam ha regnato. Il governo saudita è già pronto a sborsare ben 30 milioni di euro per recuperare ex moschee, monumenti e tutto l’universo artistico musulmano situato in quell’area tra Aidone, Valguarnera e Piazza Armerina. A firmare il protocollo d’intesa è stato Lacchiana (PD), da due anni sindaco di Aidone, che lo ha raccontato proprio a Il Giornale. Gli arabi vogliono costituire un polo culturale e architettonico islamico ma “anche universitario, hanno tante idee” dice il sindaco “è un’opportunità per tutto il territorio”.

Il sindaco ha conosciuto la delegazione araba ad Expo: “Il primo contatto racconta Lacchiana è stato Expo. L’Arabia Saudita aveva già un progetto di valorizzazione della storia araba in Sicilia. E Aidone, fondata intorno all’anno 1000, ha ancora tante testimonianze, moschee trasformate in chiese, minareti tuttora riconoscibili. Ci sono pure molte testimonianze linguistiche, lo stesso nome della città, Aidone, in arabo vuol dire fonte”. Da qui, il passo è stato breve e il protocollo è stato siglato.  «Gli brillavano gli occhi – dice ancora il sindaco – c’era già un forte interesse, che si è rinvigorito con la visita. Li ha incantati il castello dei Gresti, che ora il Comune cercherà di acquisire». Il castello arabo normanno ormai è ridotto a un rudere.

Eppure si staglia imponente. Quasi un fortino. Ma il sindaco di Aidone non teme affatto l’assalto degli arabi, anzi. «Hanno molte idee, a parte i restauri vogliono anche creare una sorta di polo universitario. E con quelli che stanno qui stiamo benissimo, c’è un rapporto armonico».

fonte qui:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/larabia-spende-30-milioni-re-islamizzare-sicilia-1255549.html

loading...