MERKEL SHOCK: “Brava Italia, ma ora noi ce ne andiamo in finale”

MERKEL SHOCK: “Brava Italia, ma ora noi ce ne andiamo in finale”

German Chancellor Angela Merkel gestures during a cabinet meeting at the Chancellery in Berlin, Germany, March 23, 2016.    REUTERS/Fabrizio Bensch

Non mancano le polemiche dopo la partita di sabato scorso fra Italia e Germania, quarto di finale di Euro2016. A parlare, oltre a molti giornalisti ed opinionisti del settore, anche il cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha rilasciato, proprio stamattina, alla vigilia della semifinale di Germania-Francia, dichiarazioni che non tutti i tifosi italiani hanno preso bene:

“Abbiamo giocato alla pari con la squadra di mister Antonio Conte. Storicamente l’Italia ha sempre creato grandi problemi alla nostra nazionale. Davanti agli occhi ho ancora vivide le immagini di Euro2012 e del Mondiale del 2006. Questa volta, però, il nostro tasso tecnico, superiore nettamente a quello della nazionale azzurra, ha fatto sì che vincessimo una partita cruciale come quella di sabato sera. L’esperienza, in competizioni come queste, è fondamentale. Tutti dicevano che l’Italia era una squadra solida, fatta da grinta e cuore, e non da campioni enormi come quelli presenti nella Germania; eppure, ai rigori, esperienza e freddezza contano molto ed è per questo che abbiamo vinto contro gli azzurri”.

Alla fine, la Merkel si abbandona a qualche nota di colore, ironica e satirica, per così dire: “Abbiamo vinto, direi, anche meritatamente. Va dato merito alla nazionale italiana di aver giocato ottimo calcio, ma, scusate, i rigori di Zaza e Pellè sono stati esilaranti. Beh, Bye Bye Italia, ora andiamo in finale a prenderci quest’Europeo”.

Parole dure quelle del cancelliere tedesco che hanno scatenato gli animi di tutti i tifosi, specialmente quello del giornalista Alvaro Porfido, corrispondente indipendente di questo europeo azzurro: “Oltre al danno anche la beffa” dice Porfido “Di sicuro, abbiamo sbagliato tanto, soprattutto ai rigori, ma le parole del cancelliere tedesco, che pur sono esatte e condivisibili, lasciano intendere, con una punta di amarezza, quanto oggi anche il calcio sia importante a livello internazionale. Onore a questa nazionale, e spero che in futuro saremo di nuovo capaci di sfornare talenti incredibili, riconosciuti in tutto il mondo. Nelle situazioni cruciali, a volte, un campione può salvarti la pelle”.

Dai anche un’occhiata alle nostre pagine su Facebook.

Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso il modulo contatti,

gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche ore dal tuo invio!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo o lascia un commento sotto, e facci sapere cosa ne pensi!

Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!

Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!

loading...