Napoli. Ecco l’uomo più vecchio del mondo, ha 150 anni. “La morte si è dimenticata di me”

Napoli. Ecco l’uomo più vecchio del mondo, ha 150 anni. “La morte si è dimenticata di me”

ancora una canzone con le note di pianoforte che si prenda cura di me

Si chiama Francesco Montora, ed è l’uomo più vecchio del mondo. Risiede a Napoli da quando è nato, nella vita è stato prima calzolaio e poi pizzaiolo. Ora è ormai da lungo tempo in pensione, sì, da lunghissimo tempo: Francesco ha, infatti, 150 anni. Vive nei pressi di Via Mezzocannone e ogni giorno è a contatto con gli studenti che a lui sono molto affezionati.

Francesco, pur alla sua veneranda età, è molto lucido e sicuro di ciò che dice, in città tutti lo rispettano: “Sto bene” dice alle nostre telecamere “Nella vita ho fatto tutto quello che dovevo. Oggi mi godo la vecchiaia, eppure la morte sembra essersi dimenticata di me, infatti non arriva mai. Ho paura che io sia immortale, ma non può essere, prima o poi arriverà. Certo 150 anni sono tanti, e devo dir la verità, la vita mi ha un po’ scocciato, perché non so più cosa fare, la vecchiaia è stata per me molto lunga e si sa, quando si è anziani, l’esistenza scorre molto lenta, non si può certo uscire fuori a ballare, si è già fortunati a rimanere in perfetta salute. Beh, adesso rientro a riposarmi, è stato un piacere fare quattro chiacchiere con voi”.
Si dimostra gentile e garbato il signor Francesco, bello e sincero, solare ed in forma. Gli auguriamo il meglio per la vita a venire, seppure, in un caso come questo, l’augurio sembra quasi al limite dello scherzo. Napoli anche per questo, è oggi una città magica, l’aria partenopea ha garantito la lunghissima esistenza del signor Montora