NEVICATA SHOCK in EGITTO. Gli esperti: “Colpa delle SCIE CHIMICHE”

NEVICATA SHOCK in EGITTO. Gli esperti: “Colpa delle SCIE CHIMICHE”

in memory of debunking

Sta facendo parlare mezzo mondo la nevicata che, in mattinata, è caduta in Egitto. Sono circa le 6.10 del mattino, quando lo studioso italiano residente a Giza, ha allertato il centro meteorologico nazionale: “Qui nevica, c’è qualcosa che non va, siamo a giugno, solo ieri c’erano 45 gradi”.

Sì, perché fino a poche ore fa, com’è ovvio che sia in questo periodo dell’anno, in Egitto si raggiungevano i 50 gradi, una temperatura che, secondo tutti i calcoli degli esperti, era destinata a salire nel corso di qualche giorno. E invece, stamattina, la shockante scoperta. Qualcosa non torna nei calcoli degli scienziati, un elemento esterno ha influenza così il clima, lo sciamano di Giza, che risiede a poche miglia di distanza dalla Sfinge parla di fine del mondo, segno divino. Eppure, la scienza non si ferma a una spiegazione così fin troppo banale e soprattutto senza alcun fondamento concreto.

Alvaro Porfido, ha chiamato la sua università di provenienza, l’americana “Tacosuniversity”, dove si è laureato solo tre anni fa e per conto della quale stava svolgendo degli esami sul campo a livello climatico. “Si tratta dell’evento meteorologico più importante della storia dell’umanità” spiega lo studioso italiano “Non abbiamo una idea condivisa, ma credo che sia normale di fronte a eventi di questo tipo. Credo sia colpa delle scie chimiche che causano, puntualmente, sbalzamenti climatici vistosi, come accaduto in Antartide anni fa”. Un cambiamento epocale, quindi, uno sbalzo non proprio naturale, qualcosa di diverso.

Un evento del genere non si era mai verificato nella storia egiziana, pensate che, su alcuni papiri del 1200, mentre in Italia imperversava il pieno Medioevo, un artista venuto su suolo italico, scriveva: “C’è questa strana polvere bianca che cade nei mesi invernali, e qui fa freddissimo. Conoscono forse, gli europei, qualcosa che noi non conosciamo?”, testimonianza tangibile dell’ignoranza a riguardo la neve e il freddo in generale. Per ora si brancola nel buio, e la foto della Sfinge è diventata, in poche ore, sempre più virale sul web. Speriamo di potervi dire di più, a breve, su un fenomeno che ha insospettito, ed è dire poco, gli studiosi di tutto il mondo.

Dai anche un’occhiata alle nostre pagine su Facebook.

Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso il modulo contatti,

gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche ore dal tuo invio!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo o lascia un commento sotto, e facci sapere cosa ne pensi!

Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!

Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!