Petroliere americano brucia i soldi: “In Italia, dopo il referendum, ho già fatto 2 milioni di dollari”

Petroliere americano brucia i soldi: “In Italia, dopo il referendum, ho già fatto 2 milioni di dollari”

ftyg

Ha dell’incredibile il gesto di sfida del petroliere americano Ivan Barrett. Non bastavano le dichiarazioni di Igor Tyrella ad infiammare gli animi, ora anche il capo della “Petrolife”, colosso americano per l’estrazione del petrolio, ci ha messo del suo per alimentare la polemica.

Barrett ha bruciato il dollaro simbolicamente, per indicare come ora si sta arricchendo in Italia visto il fallimento del raggiungimento del quorum. Queste le sue dichiarazioni: “Beh, non posso che concordare con le parole di Tyrella. Anzi, ho talmente tanti soldi che li brucio. Non so dove metterli. Dopo il fallimento del quorum in Italia, le mie azioni sono triplicate e i miei commercialisti mi dicono che nell’arco di sei mesi addirittura si quintuplicheranno. L’Italia è un Paese che non delude mai sotto questo punto di vista. Beh, che altro aggiungere. Son contento. Ho preso una casa a Capri, da lì controllerò le mie azioni crescere in questi mesi. Ma d’altronde le mie piattaforme dan lavoro a un bel po’ di gente, anche italiana. Quindi non posso dire di essere solo un approfittatore, porto anche benessere, sviluppo e lavoro in Italia”.

Le parole di Barrett sanno di beffa, ma in parte son vere.  Anche questa volta, come nel caso di Igor Tyrella, non possiamo replicare più di tanto. Il quorum non è stato raggiunto, i cittadini italiani hanno espresso, democraticamente, un proprio pensiero alle urne, come ormai da molto non capitava nel Bel Paese. Questi gesti, come quello di bruciare dollari, alla fine lasciano un po’ il tempo che trovano. Meglio farsi una risata che prenderla male.

Dai anche un’occhiata alle nostre pagine su Facebook.

Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso il modulo contatti,

gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche ore dal tuo invio!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo o lascia un commento sotto, e facci sapere cosa ne pensi!

Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!

Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!

loading...