Pisa. Troppo GRASSO per la prigione, il giudice gli accorda gli arresti domiciliari.

Pisa. Troppo GRASSO per la prigione, il giudice gli accorda gli arresti domiciliari.

Barry-Austin

Succede veramente di tutto in questa bella Italia, anche che un uomo venga scarcerato perché troppo grasso. Il caso è accaduto nella città di Pisa, ove il detenuto Alvaro Porfido, condannato a 12 anni per estorsione e truffa aggravata, è stato scarcerato e messo agli arresti domiciliari per via del suo enorme peso.

Il giudice, dopo aver letto le cartelle cliniche del detenuto, ha deciso per questa misura. Alvaro è ora a casa, dove sconterà la pena per altri 3 anni, anni che dovrà strettamente passare all’interno delle mura domestiche. Ai nostri microfoni si è detto soddisfatto: “Sono grasso, lo ammetto senza problemi. Purtroppo mangio molto, mangio anche a tarda notte, non riesco a fermarmi. In carcere sono stato preso da alcune crisi per la mancanza di cibo, crisi provvisoriamente risolte prendendo quanta più roba potevo in mensa e sfamandomi anche nelle altre ore. Il medico ha riconosciuto il mio gravissimo disturbo, gettando, di fatto, le condizioni perché venissi scarcerato”.

Anche il medico ha dato la sua versione: “Alvaro è gravemente malato, inutile negarlo. Doveva essere, come poi è stato fatto, scarcerato e messo ai domiciliari, ove seguirà una dieta e una terapia a casa, con nutrizionisti e psicologi che cureranno il suo malessere fisico e mentale. Non vedo nulla di male nella scelta del giudice di agire in questo modo”. Il caso riportato rimane comunque alquanto bizzarro e ci fa capire come l’obesità sia un problema realmente importante e come, in alcuni casi, come quello analizzato oggi, valga una scarcerazione.

Dai anche un’occhiata alle nostre pagine su Facebook.

Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso il modulo contatti,

gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche ore dal tuo invio!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo o lascia un commento sotto, e facci sapere cosa ne pensi!

Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!

Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!

loading...